fbpx

Cisti dentali: cause, sintomi e trattamenti  

Cisti dentali: cause, sintomi e trattamenti  

Una ciste dentale è una cavità provvista di follicolo e rivestimento epiteliale che si forma nei tessuti molli all’interno o in concomitanza dei denti. 

Generalmente compare come complicazione di pulpiti, carie profonde e traumi che danneggiano lo smalto dentale. 

Classificazione e complicazioni delle cisti dentali 

Una cisti dentale può essere classificata in tre modi: 

Cisti radicolare – Si forma nell’apice di un dente che presenta una necrosi od un canale radicolare compromesso dall’attività batterica. Questa tipologia di cisti dentale normalmente presenta un apice non vitale ed è causa di granuloma. 

Cisti follicolare – Compare intorno alla corona di un dente che non ha ancora completato la sua eruzione, formandosi dall’epitelio del follicolo dentario. La sua comparsa è spesso causata da traumi od infezioni croniche ed è caratterizzata da una progressione lenta, al punto che il suo trattamento viene spesso ritardato anche di diversi mesi. La cisti dentale follicolare è asintomatica, ma in rari casi può generare complicazioni quali: gengive gonfie, tumefazione ossea e alitosi. 

Cisti paradentaria Molto più rara della cisti follicolare, ha origine nel punto di contatto tra due denti contigui, soprattutto tra i molari ed i premolari. Le sue dimensioni sono inferiori rispetto ai disturbi descritti in precedenza, per questo motivo la cisti paradentaria viene spesso individuata casualmente durante i normali esami di routine. 

cisti dentale

Una cisti dentale in stato avanzato può essere individuata dal gonfiore e dall’arrossamento della gengiva.

Come trattare questa condizione 

Prima di procedere con il trattamento, lo specialista incaricato dovrà eseguire una diagnosi differenziale con patologie simili, quali: granuloma, ascesso e formazioni tumorali. 

Normalmente, la diagnosi utile per accertare la presenza di una cisti dentale è l’ortopantomografia, ma è possibile ricorrere anche ad altre radiografie specifiche. 

Una volta che è stata individuata la ciste, si procede con un trattamento più o meno invasivo a seconda della gravità della condizione.  Se la cisti è di piccole dimensioni e non ha causato complicazioni, sarà sufficiente drenarla. Per le condizioni più gravi, sarà necessario procedere con l’asportazione chirurgica. Una cisti particolarmente grande potrebbe richiedere persino l’estrazione del dente. 

Poiché questo disturbo è spesso asintomatico, il modo migliore per individuarlo e curarlo prima che possa compromettere la stabilità dei denti,  è quello di sottoporsi alle normali visite di controllo e pulizia presso il vostro studio dentistico. 

Contattate lo studio Corrado Cardinali di Pesaro per maggiori informazioni. 

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “Cisti dentali: cause, sintomi e trattamenti  

Leave Comment