fbpx

Come curare un ponte dentale per aumentarne la durata

un ponte dentale | Pesaro

Il ponte dentale è un elemento protesico molto comune che viene utilizzato per rimpiazzare uno o più elementi mancanti (o estratti).

Questo particolare dispositivo, viene ancorato ai denti che delimitano il gap (lo spazio generato dagli elementi mancanti), ripristinando le funzionalità del cavo orale.

Si ricorre al ponte dentale quando la mancanza di uno o più denti rovina l’estetica del sorriso o compromette la capacità del paziente di masticare correttamente il cibo.

Come pulire una protesi dentale

Molti pazienti trascurano l’igiene delle loro protesi ortodontiche, credendo che un elemento artificiale non ha bisogno delle stesse cure di un dente naturale.

Non commettete questo errore: un ponte dentale adeguatamente gestito e curato può durare oltre 10 anni. Se lo trascurate dovrete sostituirlo dopo neppure 5 anni.

Per curare le vostre protesi dovete:

  • Pulirvi i denti dopo ogni pasto (aspettate almeno 30 minuti);
  • Usare il filo interdentale prima di andare a dormire;
  • Sciacquarvi la bocca con un collutorio antisettico ogni mattina;
  • Riducete il consumo di cibi e bevande ricchi di zucchero;
  • Sottoponetevi ad una visita di igiene orale presso il vostro dentista di fiducia almeno una volta ogni 6 mesi.

Come regola generale, la durata del ponte dipende dal numero di denti artificiali che lo compone. Un ponte composto da 3 elementi, se ben curato, può rimanere al suo posto anche per 15 anni.

Una protesi composta da 6 o più elementi, diversamente, difficilmente supererà i 10 anni.

Come viene applicato un ponte dentale

Come accennato all’inizio dell’articolo, il ponte dentale viene ancorato ai due elementi laterali. Questi vengono limati e rimpiccioliti, così che possano fungere da “pilastri” per la protesi. I denti pilastro perdono così parte del loro smalto e saranno più suscettibili alle infezioni cariose.

Una volta che i denti pilastro sono stati modellati fino ad ottenere le forme richieste, avverrà l’applicazione del ponte vera e propria. Questa operazione richiede pochi minuti ed è del tutto indolore.

Una volta che l’installazione del ponte è completata, il vostro odontoiatra controllerà che i denti artificiali siano ben allineati e che il morso del paziente si chiuda alla perfezione. Se necessario, è possibile correggere piccole irregolarità tramite lima.

Per ulteriori informazioni in merito al ponte dentale, non esitate a contattarci.

 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Did you like this? Share it!

0 comments on “Come curare un ponte dentale per aumentarne la durata

Leave Comment