fbpx

Gengive gonfie: cause e trattamenti

Parodontite, vediamo cos’è e come prevenirla - Pesaro

Le gengive hanno un ruolo importantissimo nel mantenere la bocca sana. Spesso il cavo orale è interessato da infiammazioni di ogni genere, e questo può causare il gonfiore gengivale. In pochi conoscono però le motivazioni di questa irritazione, che non vanno trascurate essendo potenzialmente sintomo di altre patologie.

In questo articolo vedremo alcune cause di questo disturbo e scopriremo come trattare rapidamente le gengive gonfie.

Molto spesso la ragione del gonfiore deriva principalmente da un’infezione batterica, causata anche dal cibo che si ingerisce. Questo fenomeno, denominato anche “ipertrofia gengivale”, si manifesta con il gonfiore delle cellule gengivali, le quali tendono a riempirsi di acqua e a favorire cosi la proliferazione batterica. Da subito è possibile notare la presenza di un’irritazione dal colore rosso delle gengive, oltre ad un’accentuata sensibilità gengivale e al dolore al momento del lavaggio dei denti con lo spazzolino.

Le cause del gonfiore gengivale

La principale causa del gonfiore gengivale è la scarsa igiene orale, che provoca l’accumularsi di batteri e, di conseguenza, porta ad un’inevitabile infiammazione delle gengive. Carie e tartaro allo stesso modo concorrono nel favorire il gonfiore: in questi casi è necessario rimuovere questi depositi batterici rivolgendosi ad un odontoiatra ed effettuando una pulizia dentale.

Altro fattore che può ripercuotersi sull’igiene orale causando il gonfiore, è la malnutrizione, quindi la carenza di determinate vitamine quali la vitamina C e la vitamina K, che rafforzano e nutrono le gengive.

Il gonfiore gengivale può anche dipendere da fattori quali sbalzi ormonali, gravidanza, e soprattutto stress, il quale porta ad affaticamento e tensione psico-fisica. Un’ulteriore causa di gonfiore che è possibile delineare è l’assunzione di farmaci come ad esempio gli anticoagulanti, che possono portare al sanguinamento delle gengive.

Rimedi per trattare il gonfiore

Alcune soluzioni utili a trattare il gonfiore gengivale sono frequenti e delicati lavaggi del cavo orale, per ristabilire una buona sanità di denti e gengive. I risciacqui con prodotti a base di aloe rinfrescano e calmano l’infezione gengivale. Allo stesso tempo gli sciacqui con il collutorio o con acqua e sale alleviano il gonfiore e le fitte dolorose, donando una sensazione di pulizia. Lo stesso effetto è dato dall’utilizzo di salvia e menta, perfette per una completa disinfezione del cavo orale.

Può essere utile inoltre assumere cibi freddi per dare sollievo (seppure momentaneamente) durante la giornata.

Infine è fondamentale rivolgersi ad un dentista per effettuare una profonda pulizia dentale. Corrado Cardinali e il suo studio dentistico di Pesaro gestiscono professionalmente qualsiasi tipo di infezione o malattia legate ai tessuti presenti nel cavo orale e si impegnano a istruire i pazienti sulla prevenzione da infiammazioni e malattie.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Did you like this? Share it!

0 comments on “Gengive gonfie: cause e trattamenti

Leave Comment