fbpx

 

Ortodonzia

Apparecchi dentali e interventi chirurgici per risolvere le malformazioni del morso

L’ortodonzia è la disciplina che si occupa di diagnosticare, studiare e successivamente trattare uno o più denti posizionati in maniera anomala.

L’obiettivo dell’ortodonzia è quello di ripristinare le normali funzioni masticatorie, fonetiche e l’estetica del sorriso

L’ortodontista risolve queste anomalie e malformazioni mediante l’utilizzo di apparecchi dentali e, se necessario, con interventi di chirurgia orale. La diagnosi precoce è essenziale al fine di evitare i trattamenti più invasivi.

Quando è necessario un trattamento di ortodonzia?

Generalmente, si ricorre all’ortodonzia quando la dentatura presenta le seguenti anomalie e malformazioni:

  • Affollamento – I denti sono sovrapposti fra di loro, talvolta inclinati.
  • Presenza di spazio tra i denti – Altresì chiamato diastema, è uno spazio presente tra due denti contigui.
  • Asimmetria dentale – Linea mediana spostata, ovvero il centro dei denti frontali superiori ed inferiori non coincidono.
  • Denti superiori o inferiori sporgenti – I denti dell’arcata superiore o inferiore sono sporgenti rispetto ai denti dell’altra arcata.
  • Morso incrociato – I denti dell’arcata superiore non combaciano con quelli dell’arcata inferiore
  • Morso aperto – Scorretto contatto tra i denti delle due arcate.

La tipologia e la gravità della malformazione dentale determinano il trattamento ortodontico a cui ricorrere.