fbpx

Tasche gengivali e gengivite, guida alla prevenzione

tasche gengivali

I batteri che si depositano sulla superficie dei denti possono irritare le gengive, dando origine ad un disturbo infiammatorio chiamato “gengivite”.

Tra i sintomi più comuni della gengivite abbiamo:

  • Irritazione – la superficie della gengiva apparirà arrossata e cambierà la sua consistenza al tatto. Nei casi più gravi, potreste notare anche del gonfiore.
  • Sanguinamento – Il sintomo più evidente della gengivite consiste in un leggero sanguinamento durante le operazioni di pulizia dei denti.
  • Alito cattivo – Il paziente soffrirà di alitosi anche dopo essersi lavato i denti o aver masticato una caramella alla menta.
  • Tasche gengivali – Le gengive irritate inizieranno a ritirarsi, lasciando esposte le radici del dente. L’osso si riassorbe e si formano delle tasche in cui si accumulano placca e tartaro.

La superficie interna delle tasche gengivali non è raggiungibile con i normali strumenti di pulizia domestica, per questo motivo, la sua pulizia deve avvenire tramite strumenti e tecniche professionali presso il vostro studio dentistico di fiducia.

Per una pulizia accurata del cavo orale, affidatevi allo studio Corrado Cardinali di Pesaro.

Come trattare le tasche gengivali

I trattamenti relativi alle tasche gengivali cambiano in base allo stadio ed alla gravità in cui si presenta la condizione.

Se le tasche hanno una profondità inferiore ai 5 millimetri (condizione non grave) è possibile ricorrere al courettage gengivale. Questa terapia consiste nell’interrompere il processo infiammatorio, tramite la rimozione della placca che si è accumulata all’interno delle tasche gengivali. L’intervento di courettage gengivale viene eseguito in anestesia locale.

Nel caso in cui le tasche superino i 6 millimetri di profondità (condizione grave), l’odontoiatra dovrà procedere con un intervento al parodonto. L’operazione inizierà con la rimozione della placca batterica dai solchi gengivali, e proseguirà con un innesto di tessuto gengivale, prelevato dal palato.

Smettere di fumare riduce il rischio di gengivite e ostacola la comparsa delle tasche gengivali.

Come si previene la formazione delle tasche parodontali

È possibile prevenire la formazione delle tasche gengivali curando con attenzione la propria igiene orale. Questo significa lavarsi i denti con prodotti specifici, utilizzare filo interdentale e collutorio con regolarità e sottoporsi ad una seduta pulizia professionale ogni 6 mesi presso il vostro studio dentistico.

Per ulteriori informazioni in merito ai metodi di trattamento per le tasche gengivali, non esitate a contattarci.

 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Did you like this? Share it!

0 comments on “Tasche gengivali e gengivite, guida alla prevenzione

Leave Comment