fbpx

Terapia endodontica

Di noi ti puoi fidare

Le aggressioni cariose che progrediscono fino a raggiungere la “polpa dentale” devono essere trattate secondo la terapia endodontica.

La “devitalizzazione”, termine comune della procedura canalare, prevede la rimozione del tessuto pulpare infiammato, senza intaccare le funzioni masticatorie del dente.

Al termine dell’operazione, l’endodontista procederà con un’operazione di restauro, per rispristinare l’aspetto estetico dell’elemento interessato.

Il trattamento canalare endodontico si esegue all’interno dello studio odontoiatrico in anestesia locale.

Quando è richiesta la terapia endodontica

La devitalizzazione si esegue per salvare il dente cariato dall’estrazione.

Si ricorre a questo trattamento quando il dente è pesantemente danneggiato dall’infezione cariosa, al punto che il paziente percepirà un dolore intenso e pulsante, anche senza stimoli esterni.

La devitalizzazione cura l’infezione e previene la rimozione del dente, ma non sempre questa procedura è applicabile.

Nel caso in cui la carie è già arrivata in profondità all’interno dei canali radicolari, l’unica soluzione sarà l’estrazione dell’elemento interessato.